Archivio della categoria: Comunicato Stampa

TAV – SCIBONA (M5S): “Basta ordinanze rinnovate di anno in anno, sono incostituzionali, è conflitto di attribuzione tra i poteri dello Stato!”

L’assoluzione di tre attivisti storici del movimento No TAV dall’accusa di aver violato una delle tante ordinanze della Prefettura, che limita la libera circolazione in ampie porzioni dei Comuni di Chiomonte e Giaglione, sancisce ciò che noi diciamo da anni.

La Prefettura non può disporre della viabilità e delle aree limitrofe al cantiere TAV di Chiomonte al di fuori dei limiti imposti dalla Costituzione rendendola, di fatto, non applicabile a parte del territorio della Val Susa.

Il potere esecutivo, del quale è espressione la Prefettura, ha da anni trasceso le elementari regole costituzionali che riservano solo ed esclusivamente al Parlamento (ed in limitati casi al Governo, con conversione nei successivi 6 mesi) le eventuali limitazioni alla libera circolazione.
Tra l’altro segnaliamo, nuovamente e con forza, che le ordinanze reiterate per oltre 6 anni non insistono sull’area di cantiere, area già disciplinata da una legge (legge stabilità 2011), ma coprono ettari di terra in tutta la zona esterna al cantiere.

Certi dell’incostituzionalità della reiterazione dei provvedimenti che da 6 anni, stabilizzando e rendendo permanente una situazione che dovrebbe essere “strettamente limitata nel tempo”, avevamo presentato ricorso al Presidente della Repubblica, poi deferito al TAR.

Ad oggi il TAR non si è ancora pronunciato, ma ci auguriamo che quanto prima sia ripristinata la libera circolazione di cittadini e proprietari dei terreni o quanto meno si apra con il Prefetto un confronto circa l’uso distorto delle ordinanze prefettizie, che debbono essere limitate nel tempo e non costituire la regola, pena la violazione della Costituzione e l’invasione delle prerogative del Parlamento con conseguente conflitto di attribuzione tra i poteri dello stato.

Marco Scibona, Senatore M5S – Segretario 8° Commissione Lavori pubblici, comunicazioni.

GRUGLIASCO – Scibona (M5S): “Siano ripristinati quanto prima gli ascensori alla fermata fs”.

Purtroppo apprendiamo che alla fermata ferroviaria di Grugliasco gli ascensori sono stati murati, rimangono solo le scale per chi ha un passeggino, per chi ha valige o per chi ha una disabilità motoria.

Si è voluto agire, murando gli ascensori, per una questione di sicurezza, per fare in modo che nessuno cadesse nella tromba degli stessi, a seguito della loro rottura a causa di danni vandalici.

Ci chiediamo, tra l’altro, a cosa servono le centinaia di migliaia di euro spesi in sistemi di videosorveglianza se poi accadono episodi simili senza poter individuare un chiaro soggetto responsabile. Non approviamo la presenza diffusa di telecamere che limitano la privacy dei cittadini ma ancor meno apprezziamo il loro acquisto e installazione se poi non vengono utilizzate per il motivo per cui sono state previste.

Aggiungiamo che se capitano tali episodi vandalici evidentemente è perché si tratta di una fermata deserta, senza utenti, senza controllo, senza manutenzione. Una piccola cattedrale nel deserto, che arreca più danno che benefici.

Infine, la linea metropolitana SFM3 non è nuova a stazioni e fermate fs senza quei minimi accorgimenti architettonici o infrastrutturali atti ad abbattere le barriere architettoniche. Ancora una volta siamo davanti ad un territorio e quindi a cittadini di serie B, si intervenga quanto prima. Ci si concentri sul potenziamento e sulla manutenzione dell’attuale piuttosto che, sulla carta, tracciare nuovi percorsi, nuove fermate inutili.

Marco Scibona, Senatore M5S – Segretario 8° Commissione Lavori pubblici, comunicazioni.

TAV – SCIBONA (M5S): “Ennesima inutile ratifica del solito accordo Italia – Francia”

Non si preoccupino le lobbies, il nostro sentimento d’amore verso il territorio e le finanze dello Stato ci impongono di andare avanti per contrastare con ogni mezzo tutti gli sperperi di denari pubblici che possano distogliere le scarse risorse dalle priorità dei cittadini italiani.

Il partito degli affari esulta, compatto, dalla magistratura tutta impegnata a perseguire a senso unico ciò che gravita intorno all’enorme spreco di denaro pubblico fino alla parte imprenditoriale della società che gioisce alle promesse vagonate di denaro in arrivo, passando per la politica che incapace di risolvere i problemi che ha creato annaspa con progetti del secolo scorso spacciandoli per progresso.

Ma è Natale e siamo tutti più buoni, i doni che ci aspettiamo di trovare sotto l’albero sono una magistratura che persegue l’illegalità a 360 gradi senza occuparsi di politica e di questioni trasportistiche. Ci aspettiamo una classe imprenditoriale che, capace di innovare, riesca ad abbandonare le indicazioni di associazioni di categoria ferme in uno dei più classici concetti del secolo scorso: le grandi opere pubbliche. Ci aspettiamo una politica che pensi finalmente ai cittadini, ai loro bisogni e problemi, una politica che pensi ai risparmiatori e non alle banche.

Ecco questo è il nostro augurio per un buon Natale, che l’Italia torni a brillare per ingegno ed eccellenza non per furberie, corruzione e disastri.

Marco Scibona, Senatore M5S – Segretario 8a Commissione Lavori pubblici, comunicazioni.

TAV – SCIBONA, DELLA VALLE (M5S): “Destabilizzante è quello che sta avvenendo in Valle di Susa da anni”.

Complimentandoci per l’ottimo lavoro dell’amministrazione del Comune di Torino, di tutti i Consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle che hanno votato l’uscita dall’Osservatorio sulla Nuova Linea Torino-Lione e per l’espressione di una netta contrarietà ad un’opera inutile e dannosa, vogliamo esprimere un ringraziamento particolare alla Consigliera Carlotta Tevere per aver espresso “solidarietà umana nei confronti delle persone e delle popolazioni della valle”. Dichiarazioni a cui ci associamo dando, anche noi, piena solidarietà ad una intera valle martoriata e militarizzata per realizzare un’opera inutile ed imposta, con ripercussioni negative sull’intero Paese.

Vorremmo poi ricordare al Procuratore Generale di Torino Francesco Saluzzo che destabilizzante è quello che sta avvenendo in Valle di Susa da anni e quello che sta avvenendo in questi giorni in Parlamento, dove in assenza di un Governo rappresentativo della volontà popolare, si sta ugualmente approvando una ratifica che toglie sovranità all’Italia; tra l’altro, così facendo, non verranno applicate le normative antimafia presenti nel nostro Paese e assenti nella normativa francese.

Ricordiamo ancora, sempre al Procuratore Generale, che un amministratore democraticamente eletto è libero di esprimere le proprie idee politiche, esprimere solidarietà a chi gli pare, ed è anche libero di criticare delle leggi secondo il suo parere sbagliate e ingiuste, come le norme inserite nel “DL Femminicidio” che, al posto di tutelare la donna, completamente fuori tema con il titolo, limitano la libertà di espressione e di manifestazione del popolo. Quando tali leggi vengono legittimamente applicate dalla magistratura provocano delle vere e proprie ingiustizie nei confronti di cittadini e manifestanti.

Il Procuratore più che preoccuparsi di cosa dice un Consigliere comunale, che esprime una legittima opinione, si preoccupi che nella Procura di Torino sia pienamente attuato l’articolo 112 della Costituzione della Repubblica Italiana ovvero che il pubblico ministero ha l’obbligo di esercitare l’azione penale, non a senso unico, ma sia nei confronti dei manifestanti che dei tutori dell’ordine.

Marco Scibona, Senatore M5S – Segretario 8a Commissione Lavori pubblici, comunicazioni.
Ivan Della Valle, Deputato M5S – Componente X Commissione Attività produttive, commercio e turismo.

TAV, FREDIANI – SCIBONA – AIROLA (M5S): “BENE USCITA OSSERVATORIO ORA SI CHIUDA E STOP A RATIFICA TRATTATO IN PARLAMENTO”

Finalmente Torino esce ufficialmente dall’Osservatorio TAV. Uno strumento fallimentare, ormai reso completamente inutile dalla gestione di Virano prima e Foietta dopo. E’ arrivato il momento di chiuderlo per sempre.

Vista l’impasse politica del momento, nessuno dovrebbe sentirsi autorizzato a ratificare in Parlamento atti impegnativi come la ratifica del trattato TAV senza prima esser passato dal voto popolare.

Francesca Frediani, Consigliere regionale M5S Piemonte
Marco Scibona, Senatore M5S
Alberto Airola, Senatore M5S